Preventorio Infantile

Notizie storiche: <<Il Preventorio infantile fu istituito il giorno 8 agosto 1929. La struttura fu ultimata nel 1927, ma, a parte i discordi pareri medici sull’idoneità climatica del sito, fu giudicata inadeguata dal punto di vista economico. Per contenere le elevate spese di gestione – dovute alla sua posizione eccentrica e all’assenza di vie di comunicazione – sarebbe stato necessario ristrutturare il complesso e portare la sua ricettività ad almeno 300 posti letto, suscitando, fra l’altro, anche l’opposizione della popolazione locale. Dopo il rifiuto della Cassa nazionale delle assicurazioni sociali di assumerne l’onere e la gestione, la Provincia  deliberò di acquistare l’edificio dal Consorzio e di mutarne la destinazione, facendone un luogo atto a “ricoverare, nutrire, assistere temporaneamente i bambini poveri d’ambo i sessi, legittimi e illegittimi, dell’età dai sei mesi ai nove anni, i quali siano in condizioni di minorata resistenza organica con particolare riguardo all’assistenza dei figli dei tubercolosi onde sottrarli ad ambienti infetti, ma con esclusione dei bambini contagiosi o malati di malattie acute o croniche” (art. 1 del Regolamento). Il Preventorio non avrebbe dovuto avere carattere ospitaliero, ma di istituto nel quale i minori “gracili” avrebbero trovato un ambiente “di piena letizia e un trattamento famigliare” (par 3° delle Norme esplicative). Erano quindi previste, oltre alle attività didattiche, attività motorie e ricreative, soprattutto all’aperto e, per i bambini tenuti in osservazione o in contumacia, un ambiente “ampio e allegro”, in cui potessero essere “educati alla massima dimestichezza, potendo la malinconia e il mutismo riuscire pregiudizievoli all’evoluzione del loro tono psichico” (par. 4° delle Norme esplicative). Dalla metà degli anni Sessanta, il Preventorio cominciò ad accogliere anche bambini problematici, per divenire infine (1974) un Istituto medico psico-pedagogico. Nell’agosto 1985 l’Istituto fu definitivamente chiuso. L’edificio fu in seguito abbandonato.>>